Condizionamento

Di anno in anno assistiamo sempre più a grossi sbalzi di temperatura sia nel periodo estivo che in quello invernale. In queste condizioni è sempre più frequente il ricorso all’utilizzo di condizionatori d’aria per smorzare gli effetti di questi cambiamenti climatici. È difficile definire il clima ideale: potremmo dire che non deve essere né troppo freddo, né troppo caldo e l'aria né troppo umida né troppo secca, pulita e gradevole. Gli studiosi hanno rilevato che i parametri che influenzano lo stato di benessere delle persone sono legati all'equilibrio termico dell'uomo e alla qualità dell'aria. In ogni caso, creare le condizioni ideali all'interno degli ambienti favorisce il benessere del corpo umano. Naturalmente il percorso per raggiungere questo obiettivo sarà diverso a seconda delle stagioni dell'anno.

Durante il periodo estivo, la temperatura di benessere,in ambiente domestico,è attorno ai 27°C con umidità relativa del 50%e velocità dell'aria inferiore a 0,2 m/s: tali parametri consentono una gradevole sensazione di benessere contenendo la differenza tra temperatura interna ed esterna


Durante il periodo invernale, la temperatura di benessere, in ambiente domestico, è attorno ai 21°C con umidità relativa di circa 55%.